Novità sul progetto

Incontri istituzionali

Visita d'ispezione con l'assessore provinciale Antonio Carchedi

Nella giornata odierna ho partecipato con l'Ing. Antonio Carchedi assessore per le infrastrutture alla provincia di Vibo all'ispezione delle locazioni individuate per la prima fase d'intervento che, ricordo, sono le seguenti:
  • Rotatoria Angitola: in questo intervento le criticità evidenziate sono di natura burocratica piuttosto che tecnica, dovendo appurare la proprietà e le possibilità di acquisizione dei terreni che dovranno essere attraversati dal nuovo braccio della rotatoria, dal parcheggio e dalla stazione.
  • Pizzo Marinella FS: rapido passaggio dove non si sono evidenziate particolari criticità, essendo largo il territorio che potrebbe ospitare la stazione e quindi improbabile l'indisponibilità di tutti i terrori possibili.
  • Pizzo S.Francesco F.S.: ispezione approfondita della situazione con evidenziazione di tre possibili piattaforme da dove far scendere le discenderia verso la stazione sotterranea. La prima sarebbe sulla piazza prospiciente la chiesa di San Francesco, la seconda su un piccolo supporto dove è ora presente una fontana, la terza dove è presente una statua ai martiri. La discenderia potrebbe invece essere realizzata prevalentemente in superficie su terreni demaniali nella profonda insenatura per il solo percorsi di approccio ala stazione sotterraneo. Qui quindi i problemi sono eminentemente tecnici, piuttosto che burocratici.
mergeTrain

Incontro in provincia

Questa mattina si è tenuto un nuovo incontro del sottoscritto con l'amministrazione provinciale. In tale ambito si è concordato sull'interesse suscitato da ciascuno degli interventi, compensato dall'impossibilità di realizzarli in blocco per ovvi problemi di finanziamento e tecnici. SI è quindi deciso di porre come interventi prioritari di prima fase, concordando siano essi propedeutici alla maggior parte degli altri interventi: Pizzo Angitola FS, Pizzo Marinalla FS e Pizzo S.Francesco FS, quest'ultima l'intervento più complesso a causa della necessità di realizzare la stazione in galleria, essendo in quel tratto la ferrovia ingrottata.
Allo scopo di meglio comprendere la situazione, in un prossimo fine settimana terremo una ricognizione sui territori in oggetto degli interventi.

Incontro con il presidente della provincia Solano

83DE7EA3-80EC-4531-8300-EC8A4E329BB1_1_105_c
Nella giornata odierna ho avuto il piacere di incontrare in provincia il presidente Salvatore Solano per presentare il progetto. In tale occasione il presidente mi ha presentato il suo piano di sviluppo per la zona delle pre-serre che fortunatamente si combina perfettamente con gli interventi del progetto per quanto riguarda le stazioni di testa degli impianti di risalita. Ho avuto quindi modo di riportargli il caso di Kandersteg in Svizzera nella cui valle turisti, anche anziani, possono arrivare in treno all'imboccatura della galleria, salire in cima con un impianto di risalita, percorrere un tratto in quota a piedi dove sono presenti ristoranti e negozi caratteristici, per poi scendere dall'altro lato e prendere il treno per tornare a casa.
Possiamo visualizzare la stessa situazione nel Vibonese forse con turisti che salgono a Paravati da Mileto FS e dopo un lungo cammino in quota, transitando per le stazioni di testa degli impianti di risalita a Vibo e al Popilia, scendono infine all'Angitola per tornare a Lamezia in treno.
Il progetto provinciale riguarda la realizzazione di un piano CIS da sottomettere per il finanziamento raccogliendo le istanze dei comuni, in cui sarebbero anche inseriti alcun progetti di questo sito.

Incontro in comune con il commissario prefettizio Antonio Reppucci

Nella data odierna ho avuto il piacere di essere ricevuto al comune di Pizzo dal commissario prefettizio Antonio Reppucci.645CD1BB-05B6-4C43-A21B-A902007A4A4B_4_5005_c
In tale occasione, interrotta dalla telefonata di una giornalista locale che prospettava l'esigenza di nuovi parcheggi..., ho avuto modo di condividere la condizione disperata dei trasporti pizzitani e di come lo sviluppo dei servizi ferroviari sia l'unica possibilità per dare a essi una soluzione.
Il commissario concorda sulla situazione disastrosa, ma mi risponde che è da solo al comune, con gli unici collaboratori gli LSU, che per una legge schizofrenica, sono le uniche risorse per i comuni in dissesto, non potendo essi tenere concorsi che li doterebbero proprio delle professionalità necessarie per far uscire il comune dal dissesto!, e di maestranze professionali, ma vicine alla pensione e quindi demotivate.
Inoltre, come spesso accade a tutti i livelli praticamente ovunque, mi ha risposto che i problemi sono scottanti ora, e che per realizzare stazioni serve tempo; la mia risposta è che anche per realizzare i parcheggi che chiedono gli altri serve tempo, progettazione e risorse, osservazione con cui ha concordato restando in silenzio.
Mi ha tuttavia informato che sia possibile ricorrere a professionalità di altre amministrazioni. Scartando l'amministrazione del capoluogo che, secondo me, sta messa ancora peggio di Pizzo, gli ho riportato che a Nicotera hanno sottoposto il progetto per la funicolare, e quindi devono disporre di qualche maestranza che ha scritto il progetto!
Infine si è domandato come mai un progetto valido come questo sia stato ignorato dalla passata amministrazione Callipo. Al che ho riposto che anche io, quando mi si dice che per colpa dei miei comportamenti non è stato fatto nulla, rispondo che se fosse stato facile sarebbe già stato fatto prima del mio arrivo!
A ogni modo mi ha detto che nella giornata successiva avrebbe ricevuto alcuni assessori della passata amministrazione e avrebbe chiesto.