Novità sul progetto

Protocollata richiesta per rotatoria Angitola da parte del comune di Pizzo

È stata inaspettatamente protocollata dalla commissione straordinaria del comune di Pizzo sotto la guida del commissario Antonio Reppucci la richiesta per la Rotatoria Angitola indirizzata alla provincia di Vibo Valentia allo scopo di superare i problemi di forte traffico occasionali. Ciò per una volta anticipando il ricorrente articolo di Rosaria Marrella sui vigili che non ci sono: senza peraltro mai aver spiegato a cosa servirebbero, visto che o fanno passare la SS 522 e si blocca la SS 18 o viceversa come ora.

IMG_0653 2
Il post con i commenti è accessibile su Facebook a:
https://www.facebook.com/comunedipizzo/photos/a.126300712354212/174179737566309/?type=3&theater

Visita d'ispezione con l'assessore provinciale Antonio Carchedi

Nella giornata odierna ho partecipato con l'Ing. Antonio Carchedi assessore per le infrastrutture alla provincia di Vibo all'ispezione delle locazioni individuate per la prima fase d'intervento che, ricordo, sono le seguenti:
  • Rotatoria Angitola: in questo intervento le criticità evidenziate sono di natura burocratica piuttosto che tecnica, dovendo appurare la proprietà e le possibilità di acquisizione dei terreni che dovranno essere attraversati dal nuovo braccio della rotatoria, dal parcheggio e dalla stazione.
  • Pizzo Marinella FS: rapido passaggio dove non si sono evidenziate particolari criticità, essendo largo il territorio che potrebbe ospitare la stazione e quindi improbabile l'indisponibilità di tutti i terrori possibili.
  • Pizzo S.Francesco F.S.: ispezione approfondita della situazione con evidenziazione di tre possibili piattaforme da dove far scendere le discenderia verso la stazione sotterranea. La prima sarebbe sulla piazza prospiciente la chiesa di San Francesco, la seconda su un piccolo supporto dove è ora presente una fontana, la terza dove è presente una statua ai martiri. La discenderia potrebbe invece essere realizzata prevalentemente in superficie su terreni demaniali nella profonda insenatura per il solo percorsi di approccio ala stazione sotterraneo. Qui quindi i problemi sono eminentemente tecnici, piuttosto che burocratici.
mergeTrain