Abbonati per email al blog di Pizzo Marinella FS

Provincia Vibo Valentia | Il Blog degli interventi sul progetto

Il blog di Pizzo Marinella FS

Novità sul progetto

January 2024
July 2023
May 2023
April 2023
March 2023
December 2022
August 2022
June 2022
May 2022
April 2022
February 2022
November 2021
October 2021
September 2021
August 2021
July 2021
June 2021
May 2021
April 2021
March 2021
February 2021
January 2021
December 2020
November 2020
October 2020
September 2020
August 2020
July 2020
May 2020
March 2020
February 2020
October 2019
July 2019
June 2019
May 2019
Provincia Vibo Valentia

Mozione di sfiducia a Stefanaconi respinta

Non c'era alcun dubbio che nemmeno a Stefanaconi ci fosse un minimo gesto di orgoglio da parte dei consiglieri di maggioranza per chiedere ragioni al sindaco Salvatore Solano delle connivenze col cugino inquisito e delle anomale modalità della sua elezione alla provincia di Vibo, né che lo stesso Solano, che riceve con estrema scioltezza prefetti e parlamentari, ben conscio che nessuno gli possa fare nulla, ha sentito l'esigenza di fare chiarezza.

“Petrolmafie”, il consiglio comunale di Stefanaconi respinge la mozione di sfiducia al sindaco

Un nuovo gruppo alla provincia di Vibo per stimolare Solano sulle strade

Daniele-Vasinton
Costituito un gruppo autonomo di maggioranza nel Consiglio provinciale di Vibo Valentia
Certamente ci si sarebbe aspettato che un'eventuale opera di differenziazione dalla compagine di governo della provincia di Vibo sarebbe stata in opposizione alle modalità di elezione del presidente per mano del cugino inquisito, invece perché si differenziano? Perché Solano non si applicherebbe abbastanza per la viabilità!

Si immagine solo la delusione di D'Amico

Si riportano a:

Operazione Petrolmafie Spa, presidente della provincia di Vibo nella bufera

gli sbattimenti terrificanti di d'Amico per far eleggere il cugino Salvatore Solano, rigorosamente come presidente, visto che, come dice lui, "il resto si aggiusta", per quanto non si sarebbe certo aspettato di avere un supporto formidabile per il suo business delle strade e dei petroli, apparentemente disinteressato, come quello del consigliere Francesco Artusa.
Con la massima probabilità si attendeva quindi in cambio contratti milionari, evidentemente ampiamente sopravvalutando la capacità di spesa della provincia di Vibo Valentia.
Si immagina quindi la faccia che ha fatto di fronte all'offerta di
Solano di 6000€ per mettere a posto una stradina, come riportato nelle intercettazioni, e per giunta con la richiesta di stendere il cemento più fino in modo da risparmiare!

A Roma si dice mollare una
sòla e perciò non mi sorprenderebbe se l'inquisito d'Amico ne avesse piene le tasche e vuotasse il sacco.

Si è insediata a Vibo il Prefetto Roberta Lulli

96090B35-F5CF-4FF8-878D-3078E0CC3AAD
Curioso il discorso tenuto dal nuovo prefetto alla presenza di Solano, di cui conosciamo le (dis)avventure col cugino colluso.
Chissà dove sarà il prossimo incontro del prefetto con il gotha dell'amministrazione Vibonese…!

Si è insediata il Prefetto Roberta Lulli

Mozione di sfiducia del consiglio comunale di Stefanaconi nei confronti del sindaco Salvatore Solano

È stata depositata una mozione di sfiducia dal consiglio comunale di Stefanaconi nei confronti del sindaco Salvatore Solano, anche presidente della provincia di Vibo Valentia, grazie alla famigerata riforma Del Rio:

Mozione di sfiducia del consiglio comunale di Stefanaconi nei confronti del sindaco Salvatore Solano

Solano persiste a voler fare strade e intanto a Stefanaconi e in procura...

Per quanto Salvatore Solano persista a volersi pervicacemente occupare di strade, inchieste si affastellano sul motivo del suo possibile interesse al tema e sulle reazioni a tale gestione, a giudicare dalla intercettazioni, cuginali più ancora che clientelari:

Petrolmafie, 4 consiglieri di Stefanaconi presentano una mozione di sfiducia contro Solano
“Rinascita Scott 2”: il bitume per la Provincia di Vibo e la politica del consenso

Protocollata richiesta per rotatoria Angitola da parte del comune di Pizzo

È stata inaspettatamente protocollata dalla commissione straordinaria del comune di Pizzo sotto la guida del commissario Antonio Reppucci la richiesta per la Rotatoria Angitola indirizzata alla provincia di Vibo Valentia allo scopo di superare i problemi di forte traffico occasionali. Ciò per una volta anticipando il ricorrente articolo di Rosaria Marrella sui vigili che non ci sono: senza peraltro mai aver spiegato a cosa servirebbero, visto che o fanno passare la SS 522 e si blocca la SS 18 o viceversa come ora.

IMG_0653 2
Il post con i commenti è accessibile su Facebook a:
https://www.facebook.com/comunedipizzo/photos/a.126300712354212/174179737566309/?type=3&theater

Forse la settimana decisiva per la provincia

Dopo ben due rinvii il 10 Luglio e il 17 Luglio in cui era stata annunciata la conferenza di presentazione del progetto che potrebbe includere alcuni degli interventi sostenuti da questo sito, questa che si apre dovrebbe essere la settimana decisiva perché si tenga, o in cui venga almeno comunicata la data. Non mancherò di informarvi allorché verrà emanata l'apposita comunicazione istituzionale, come è stato promesso.

Visita d'ispezione con l'assessore provinciale Antonio Carchedi

Nella giornata odierna ho partecipato con l'Ing. Antonio Carchedi assessore per le infrastrutture alla provincia di Vibo all'ispezione delle locazioni individuate per la prima fase d'intervento che, ricordo, sono le seguenti:
  • Rotatoria Angitola: in questo intervento le criticità evidenziate sono di natura burocratica piuttosto che tecnica, dovendo appurare la proprietà e le possibilità di acquisizione dei terreni che dovranno essere attraversati dal nuovo braccio della rotatoria, dal parcheggio e dalla stazione.
  • Pizzo Marinella FS: rapido passaggio dove non si sono evidenziate particolari criticità, essendo largo il territorio che potrebbe ospitare la stazione e quindi improbabile l'indisponibilità di tutti i terrori possibili.
  • Pizzo S.Francesco F.S.: ispezione approfondita della situazione con evidenziazione di tre possibili piattaforme da dove far scendere le discenderia verso la stazione sotterranea. La prima sarebbe sulla piazza prospiciente la chiesa di San Francesco, la seconda su un piccolo supporto dove è ora presente una fontana, la terza dove è presente una statua ai martiri. La discenderia potrebbe invece essere realizzata prevalentemente in superficie su terreni demaniali nella profonda insenatura per il solo percorsi di approccio ala stazione sotterraneo. Qui quindi i problemi sono eminentemente tecnici, piuttosto che burocratici.

mergeTrain

Incontro in provincia

Questa mattina si è tenuto un nuovo incontro del sottoscritto con l'amministrazione provinciale. In tale ambito si è concordato sull'interesse suscitato da ciascuno degli interventi, compensato dall'impossibilità di realizzarli in blocco per ovvi problemi di finanziamento e tecnici. Si è quindi deciso di porre come interventi prioritari di prima fase, concordando siano essi propedeutici alla maggior parte degli altri interventi: Pizzo Angitola FS, Pizzo Marinalla FS e Pizzo S.Francesco FS, quest'ultimo l'intervento più complesso a causa della necessità di realizzare la stazione in galleria, essendo in quel tratto la ferrovia ingrottata.
Allo scopo di meglio comprendere la situazione, in un prossimo fine settimana terremo una ricognizione sui territori in oggetto degli interventi.

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie per memorizzare informazione assolutamente anonime per registrare le vostre visite e facilitare l'accesso al sito.
Può acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie accettando questa informativa, oppure cliccare indietro sul browser, in caso contrario.

Abbonati al blog di Pizzo Marinella FS