Abbonati per email al blog di Pizzo Marinella FS

Comune di Pizzo | Il Blog degli interventi sul progetto

Il blog di Pizzo Marinella FS

Novità sul progetto

Aspiranti sindaci apparentemente di nuovo a servizio delle 'ndrine del bitume

Risulta davvero sconcertante di come, dopo tutta la sofferenza somministrata al territorio Vibonese dal rapporto con D'Amico e le 'ndrine del Bitume dei suoi rappresentanti, già due candidati a sindaco abbiamo gettato la maschera.

Il primo, che ha già minacciato di querelarmi per calunnia e quindi poco cambia cosa dica, è
Francesco Muzzopappa di cui il Vibonese denuncia rapporti opachi con D'Amico, Solano e i loro sodali.
https://www.ilvibonese.it/cronaca/225411-stefanaconi-pizzo-voto-vibo-elezioni-solano-muzzopappa-petrol-mafie/

Il secondo, probabilmente più naïf,
Emilio De Pasquale, si lancia invece, con effetti ugualmente graditi alle 'ndirne del bitume, niente pò di meno con due nuove strade a nord e a sud di Pizzo, non si capisce dove dovrebbero essere realizzate e a cosa dovrebbero servire, quando ovviamente l'unico intervento ragionevole per fluidificare il traffico a Pizzo e su tutta la Costa degli Dei, senza un particolare impatto sul territorio, sarebbe il raccordo di cui si parla sulla pagina dell'Angitola.

Per ora solo
Sergio Pititto sembra non indirizzarsi, propriamente, per quella via, ma fino al 12 la possibilità di uscirsene malamente è possibile anche per lui…, vigileremo.

L'unico punto rassicurante, se anche dovessero vincere i primi due, è che i
20 milioni di euro di debito e gli LSU al comune impediranno loro di fare troppi danni.
127775266561291

Elezioni di Pizzo che si avvicinano e sedi che si inaugurano

La data delle elezioni, anche per la città di Pizzo, si avvicina ed essendosi identificate le candidature, ognuno dei candidati ha iniziato a presentare il proprio programma essenzialmente inaugurando le relative sedi provvisorie, tutte collocate, con poca fantasia, su Via Nazionale.
Praticamente tutti ignorando o trascurando le condizioni in cui saranno tenuti a lavorare, incalzati da debitori che riemergeranno come funghi qualche giorno dopo la proclamazione, e col personale composto da
LSU in grado di svolgere solo lavoro di base e che probabilmente ricatteranno presto lo sventurato amministratore per avere una nuova "stabilizzazione" - qui passiamo sul fatto che i termini nuova e stabilizzazione insieme non possono stare, visto che si dovrebbe poter essere stabilizzati una sola volta, ma ovviamente si chiama con questo termine semplici, per quanto costosissimi, rinnovi -, altrimenti smetteranno pure di fare il lavoro di base lasciando il neoeletto da solo.
Del resto deve essere questo ad essere successo al commissario
Reppucci che, all'arrivo, si lamentava di non poter far nulla avendo all'interno solo LSU, per poi minacciare di portare in tribunale il sottoscritto per le sue campagne per la qualificazione della classe amministrativa.
Di conseguenza, quasi pensassero di amministrare un centro della
Brianza, si sono tutti lanciati nell'enunciazione di programmi, tra cui, si ammiri la fantasia!, uno dei candidati che ha proposto di fare parcheggi fuori centro e di organizzare pulmini elettrici per portare i cittadini al centro. Sappiamo bene la misera fine di tentativi precedenti, con bus gratuiti in cui c'era gente che trascorreva a bordo tutta la giornata, e con quelli a pagamento su cui ovviamente non saliva nessuno. Del resto chi è così sciocco da lasciare la macchina e prendere un mezzo che seguirà la stessa strada che si sarebbe percorsa in auto, magari in piedi, in mezzo alla gente sudata e puzzolente, sulla stessa fila che si sarebbe fatta in auto e probabilmente a costi maggiori.
Sarebbe ciò forse possibile se si potesse chiudere la strada al traffico privato, ma naturalmente questo non si fa perché la ex SS 522 prosegue dopo Pizzo e del resto sono davvero pochi i centri, anche in territori maggiormente sviluppati, ad essere riusciti a chiudere il traffico per far passare più velocemente i bus.
Naturalmente chi parla ha avuto modo di discorrere con tutti e tre i candidati, in nessun caso essendo particolarmente colpito. Vedremo nel seguito se i programmi si chiariranno e qualche candidato si impegnerà finalmente per lo sviluppo delle infrastrutture sostenibili nel Vibonese.

A tal proposito in occasione dell'inaugurazione di
Pititto ho avuto modo di tenere un breve colloquio col senatore Mangialavori a cui ho esposto le problematiche relative ai CIS sottoposti dalla provincia e per cui ha dato la disponibilità a interessarsi. Vedremo.

Incontro inconcludente per i CIS a Pizzo

Si è tenuta ieri al comune di Pizzo una riunione relativa ai CIS con la partecipazione dell'Onorevole Dalila Nesci, sottosegretaria al MIMS, e del commissario Reppucci. L'onorevole Nesci ha subito precisato che i precedenti CIS, tra cui quello prodotto dalla provincia di Vibo di cui a lungo si è parlato in questi spazi, sono stati completamente azzerati. Blocchi e contumelie subite evidentemente inutili. A domanda la Nesci ha precisato che andrebbero ripresentati, senza rendersi conto che il tutto era un colpo singolo viste le sorti della provincia di Vibo Valentia.
In breve ha poi rappresentato i campi di applicazione del CIS in chiusura il prossimo
15 Dicembre.

Questa la parte saliente

Gli ambiti di intervento dei progetti sono i seguenti:
  1. Ambiente, risorse naturali e riqualificazione urbana;
  2. Cultura e minoranze etnolinguistiche (grecanica, occitana, arbereshe)
  3. Turismo (enogastronomico, sportivo e religioso)
  4. Trasporti e mobilità sostenibili (in via complementare agli ambiti elencati)

Come si vede chiaramente, il precedente progetto sottomesso dalla provincia di Vibo era del tutto attuale anche per questo bando, come lo è in generale il progetto in queste pagine. Quindi auspichiamo la provincia, pur nelle difficoltà in cui si trova, possa riproporlo.

Del tutto diversa la situazione all'incontro a Pizzo. Dopo la presentazione della Nesci si è verificato un florilegio di proposte spesso in contraddizione tra di loro e in generale del tutto sconnesse con gli ambiti d'intervento: dalla possibilità per i disabili di raggiungere la chiesetta di Piedigrotta, all'ampliamento dei parcheggi, allo sviluppo culturale, al sostegno dei poveri - strano non si sia parlato di biblioteche -, al solito ascensore che nessuno comprende a cosa serva, ma che a tutti sembra una priorità, sempre per la logica che si può solo aprire o riaprire le stesse cose, per quanto inutili o mal progettate, mai fare qualcosa di nuovo.
A tal proposito è stata esposta dal blu da una partecipante la condizione alquanto bizzarra che gli interventi del CIS non consentono di acquisire nuovi terreni per gli interventi.
Risortita di nuovo, alla faccia
dell'ambiente del punto 1, la trasformazione del cosiddetto parco delle mamme in parcheggio.
Dopo di ciò l'aderenza agli ambiti d'intervento si è persa totalmente, da discussioni sull'ampliamento del parcheggio alla Parrera, allo stesso tempo dicendo che le auto non dovrebbero arrivare in centro, ai lamenti di Reppucci sul fatto che possa contare solo su 42 LSU e che non possa fare concorsi, al buco che lascerà dopo la sua gestione e al fatto che il 50% della città non paga acqua e spazzatura.
In conclusione la decisione è stata che un gruppetto dovrebbe riunirsi al castello per elaborare un progetto culturale e che l'architetto del comune dovrebbe elaborare un progetto per la mobilità sostenibile da solo.

Forse non occorre essere dei veggenti per comprendere che anche questa sarà un'occasione sprecata.

Protocollata richiesta per rotatoria Angitola da parte del comune di Pizzo

È stata inaspettatamente protocollata dalla commissione straordinaria del comune di Pizzo sotto la guida del commissario Antonio Reppucci la richiesta per la Rotatoria Angitola indirizzata alla provincia di Vibo Valentia allo scopo di superare i problemi di forte traffico occasionali. Ciò per una volta anticipando il ricorrente articolo di Rosaria Marrella sui vigili che non ci sono: senza peraltro mai aver spiegato a cosa servirebbero, visto che o fanno passare la SS 522 e si blocca la SS 18 o viceversa come ora.

IMG_0653 2
Il post con i commenti è accessibile su Facebook a:
https://www.facebook.com/comunedipizzo/photos/a.126300712354212/174179737566309/?type=3&theater

Incontro in comune con il commissario prefettizio Antonio Reppucci

Nella data odierna ho avuto il piacere di essere ricevuto al comune di Pizzo dal commissario prefettizio Antonio Reppucci.645CD1BB-05B6-4C43-A21B-A902007A4A4B_4_5005_c
In tale occasione, interrotta dalla telefonata di una giornalista locale che prospettava l'esigenza di nuovi parcheggi..., ho avuto modo di condividere la condizione disperata dei trasporti pizzitani e di come lo sviluppo dei servizi ferroviari sia l'unica possibilità per dare a essi una soluzione.
Il commissario concorda sulla situazione disastrosa, ma mi risponde che è da solo al comune, con gli unici collaboratori gli
LSU, che per una legge schizofrenica, sono le uniche risorse per i comuni in dissesto, non potendo essi tenere concorsi che li doterebbero proprio delle professionalità necessarie per far uscire il comune dal dissesto!, e di maestranze professionali, ma vicine alla pensione e quindi demotivate.
Inoltre, come spesso accade a tutti i livelli praticamente ovunque, mi ha risposto che i problemi sono scottanti ora, e che per realizzare stazioni serve tempo; la mia risposta è che anche per realizzare i parcheggi che chiedono gli altri serve tempo, progettazione e risorse, osservazione con cui ha concordato restando in silenzio.
Mi ha tuttavia informato che sia possibile ricorrere a professionalità di altre amministrazioni. Scartando l'amministrazione del capoluogo che, secondo me, sta messa ancora peggio di Pizzo, gli ho riportato che a
Nicotera hanno sottoposto il progetto per la funicolare, e quindi devono disporre di qualche maestranza che ha scritto il progetto!
Infine si è domandato come mai un progetto valido come questo sia stato ignorato dalla passata amministrazione
Callipo. Al che ho riposto che anche io, quando mi si dice che per colpa dei miei comportamenti non è stato fatto nulla, rispondo che se fosse stato facile sarebbe già stato fatto prima del mio arrivo!
A ogni modo mi ha detto che nella giornata successiva avrebbe ricevuto alcuni assessori della passata amministrazione e avrebbe chiesto.

Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie per memorizzare informazione assolutamente anonime per registrare le vostre visite e facilitare l'accesso al sito.
Può acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie accettando questa informativa, oppure cliccare indietro sul browser, in caso contrario.

Abbonati al blog di Pizzo Marinella FS